accademia capellini

Accademia Lunigianese di Scienze
" Giovanni Capellini"
SITO UFFICIALE
Vai ai contenuti

Menu principale:

GIOVANNI CAPELLINI
Giovanni CAPELLINI,
geologo, professore e due volte Rettore dell’Università di Bologna, Senatore del Regno
Nacque alla Spezia il 23 agosto 1833, “povero di mezzi ma ricco di fede” , aiutato da Giovanni Dona, incoraggiato dal professore Angelo Sismònda di Torino e dallo stesso Cavour ; per mantenersi agli studi fece anche il rilegatore di libri.
Frequentò la scuola pubblica presso il Collegio del Poggio, nel convento delle Clarisse, poi il liceo vescovile di Pontremoli , studiò all’Università di Pisa e si laureò in scienze nel 1857 sotto la guida dell’illustre geologo prof Giuseppe Meneghini, “cunctis suffragiis et universo plaudente collegio”, (a pieni voti con lode).
Seguì un breve periodo di studi a Parigi dove incontrò importanti geologi, poi a Londra, trovò il professor Lyell, padre della geologia moderna. Venne successivamente nominato professore a Genova.
Nel 1861 con decreto del Professore e Ministro Terenzio Mariani Della Rovere (1799-1885), a soli 27 anni, assieme a Carducci, fu nominato professore di ruolo alla Regia Università di Bologna, ed il 18 febbraio, primo in Italia, tenne la sua prima lezione di geologia secondo i nuovi dettati della scienza “tra lo sgomento e lo spavento dei ben pensanti” come disse il prof Paolo Vinassa De Regny , geologo dell’Università di Parma, “e da quel giorno egli si affermò Maestro”.
A Bologna insegnò per sessanta anni, lasciando oltre duecento pubblicazioni su argomenti di Geologia, di Paleontologia e di Archeologia preistorica, fu il primo a bandire in Italia la teoria darwiniana .
Fece notevoli lavori sui vertebrati fossili : in particolare due nuovi generi da lui scoperti: Protospargis, la gigantesca tartaruga marina rinvenuta nella Scaglia di Valpolicella ed il Felsinotherium, mammifero precursore dei dugonghi dei mari dei nostri giorno.
Fu autore nel 1863 della Carta Geologica del Golfo della Spezia , la prima carta geologica dell’Italia continentale stampata che è stata utilissima per le scelte dei costruttori dell’Arsenale Militare .
Il Carducci disse che il merito sommo di questo illustre geologo fu di essere stato “gran promotore e propagatore ” infatti per opera sua iniziarono a svolgersi i Congressi Geologici Intemazionali.
A Parigi nel 1874 partecipò al Primo Congresso di Scienze Naturali, ed ottenne di tenere a Bologna nel 1881, il Primo Congresso Geologico finalizzato a rendere possibile un accordo fra i geologi delle varie nazioni per la stesura delle carte geologiche d’Europa, che ancora non esistevano.

Al Congresso di Bologna del 1881 fu fondata la Società Geologica Italiana promossa da Capellini con Quintino Sella e Felice Giordano .
Capellini fu cittadino onorario di sette città, ebbe la nomina a socio onorario di 57 accademie di tutto il mondo e fu decorato da 18 ordini cavallereschi.
Fondò a Bologna l’importante “Museo geologico” al quale venne dato il suo nome .
E’ stato uno degli interpreti più insigni dei segreti della natura, scrisse lavori paleontologici e geologici e contribuì, quale Presidente dell’Ufficio Geologico Italiano, al rilevamento della Carta Geologica d’Italia scala 1:100.000 con 155 fogli, che furono pubblicati dal 1881 al 1931 .
Nel 1919 per iniziativa di alcuni volenterosi innamorati della loro città e della scienza fu fondata alla Spezia, la Società Lunigianese per la storia naturale “Giovanni Capellini” , con il patrocinio di Capellini, che dopo essere stato professore e rettore dell’Università di Bologna , Senatore del Regno , viveva a Portovenere. Nel 1924 venne trasformata nell’attuale Accademia Lunigianese di Scienze “Giovanni Capellini”.
Mori a Bologna nel 1922 e per ricordarne la memoria si costituì alla Spezia un comitato per raccogliere i fondi necessari ad erigere un edifìcio destinato alla cultura da intitolare “Accademia Lunigianese di Scienze Giovanni Capellini” , edifìcio inaugurato nel 1929 tuttora sede dell’Accademia.
Nel discorso inaugurale il Presidente dell’Accademia (Baratta) concluse il suo intervento dicendo "abbiamo dedicato questa Sede alla memoria di Giovanni Capellini, che fra i pionieri della Geologia ed in rapporti con i più insigni Uomini dell 'epoca, ha studiato profondamente questa Regione, con amore di figlio e con intelletto di Scienziato, creatore del superbo Museo, che a Lui vivente, Bologna ha consacrato. In questo Tempio di cultura si raccoglieranno gli studiosi Lunigianesi per riferire, discutere e procedere ad indagini, ma specialmente i giovani per raccogliere un corredo di cognizioni necessario per inserirsi nel campo scientifico, tecnico e storico” .
L’Accademia, che possiede un interessante archivio di documenti originali del professor Capellini, ne sta curando la catalogazione e l’informatizzazione con il progetto scuola-lavoro “LA TERRA SVELATA”
ACCADEMIA LUNIGIANESE DI SCIENZE "GIOVANNI CAPELLINI" ONLUS C.F. 91013690119 VIA XX SETTEMBRE 148 19121 LA SPEZIA
Torna ai contenuti | Torna al menu